Le ICO sono state la grande novità dell’ultimo anno, attirando l’interesse di migliaia di investitori e un numero ancor più elevato di Bitcoin e Ethereum per finanziare ambiziosi progetti spesso rimasti confinati al white paper. Ma cosa sono le ICO, e come riuscire a riconoscere i progetti veramente validi nella moltitudine di truffe che inquinano il mercato delle criptovalute? Ecco alcuni suggerimenti per evitare di restare delusi.

Cosa sono le ICO e come riconoscere le truffe

Anche se moltissimi progetti validi sono nati a seguito di ICO, diversi truffatori hanno sfruttato l’entusiasmo degli investitori per creare finte ICO e scappare con i fondi raccolti. Una vera e propria piaga nel settore che ha contribuito al fallimento di oltre il 60% dei progetti partiti nel corso del 2017. Vediamo ora nel dettaglio cosa sono le ICO e come funzionano.

Cosa sono le ICO

Le ICO (Initial Coin Offering, traducibile in Italiano come offerta di moneta iniziale) sono un popolare metodo di crowdfounding nel settore delle criptovalute. Si tratta in pratica di una raccolta di fondi fra investitori per finanziare un progetto, ottenendo in cambio un token che dovrebbe aumentare di prezzo con il successo del concept. In molti casi, alcune ICO evolvono in vere e proprie criptovalute, con una blockchain proprietaria e separata dai fondi di partenza. E’ questo il caso di Ethereum, lanciato come ICO in Bitcoin nel 2014, che è cresciuto fino a diventare la criptovaluta d’eccellenza per questo tipo di finanziamento.

schema funzionamento ico

La maggioranza delle ICO infatti si appoggia alla struttura di smart contracts caratteristica della blockchain di Ethereum, che permette di automatizzare il processo di finanziamento ed emissione dei token, rappresentando un perfetto caso d’uso a sé stante delle potenzialità di questa tecnologia. Una volta ottenuti i token, questi possono essere conservati in attesa di rivenderli o utilizzati direttamente sulla piattaforma legata al progetto (come ad esempio BAT con il browser Brave). Come prevedibile, si tratta di un mercato che attira una grande quantità di capitale e proprio per questo l’attenzione di truffatori e malintenzionati decisi a sfruttare l’entusiasmo di ignari investitori.

Ma come distinguere fra un’ICO legittima e una possibile truffa? Anche se è bene precisare che nessun investimento in criptovalute può promettere ritorni garantiti, ecco alcuni importanti fattori da tenere in considerazione per non rischiare di perdere i propri fondi.

Come riconoscere le ICO truffe

Prima di investire in qualsiasi ICO, è necessario fare un’accurata ricerca sul progetto e l’azienda che sta chiedendo un finanziamento. Molto spesso infatti i progetti truffaldini presentano alcune caratteristiche comuni che possono essere utili per identificarle prima che sia troppo tardi.

Valuta il white paper

Questo documento è fondamentale per determinare il successo o meno di una ICO, e dovrebbe contenere il business plan, informazioni sui membri del team, la roadmap e altre informazioni utili a giudicare la bontà del progetto. Valuta sempre se l’idea ti sembra realizzabile e con un effettiva domanda di mercato: se qualcuno sta cercando di reinventare il Bitcoin senza nessuna vera innovazione, è molto probabile che quei token non saliranno mai veramente di valore. Se una ICO non prevede nessun white paper, come successo in passato con PlexCoin, dovrebbe essere evitata ad ogni costo e non tarderà a rivelarsi una truffa.

Schema piramidale

Diffida di progetti che adottano uno schema piramidale tipico delle truffe con schema Ponzi. Se ti viene proposto di acquistare token per poi rivenderli direttamente ad altri utenti, è molto probabile che si tratti di una truffa. Un altro segnale importante è la presenza di “livelli” per gli utenti-venditori, promossi in base alle vendite di token realizzate. Spesso questi progetti si concludono improvvisamente quando i fondatori scappano con il denaro o le vendite di token non sono più sufficienti per mantenere in piedi la truffa. Questo tipo di scam tende anche a manifestarsi come forme di multilevel marketing “con la blockchain” o presunti diamanti a garanzia dei token.

keyword schema ponzi

Ritorni garantiti

Nessun investimento, sia in criptovalute o azioni, può garantire dei ritorni garantiti nel tempo: ecco perché qualsiasi progetto con premesse simili può essere facilmente smascherato come una truffa. Con il crescente interesse delle autorità finanziarie internazionali proprio a cause delle moltitudine di scam, le aziende che lanciano ICO sono diventate ancora più attente nella propria comunicazione: qualsiasi riferimento all’aumento di valore dei token garantito nel tempo attirerà sicuramente l’attenzione e non in senso positivo.

Team sconosciuto o non confermato

Uno dei fattori più importanti per il successo di una ICO è sicuramente la competenza e l’abilità del team dietro al progetto. Il settore delle criptovalute ha diversi nomi di peso, come Vitalik Buterin (fondatore di Ethereum) spesso “tirato per la giacca” da aziende poco trasparenti per sfruttarne il nome, nonostante il suo dichiarato disinteresse a farsi coinvolgere.

la bio twitter di Vitalik Buterin

Ecco perché diventa fondamentale informarsi accuratamente su tutti i membri del team, solitamente menzionati nel white paper e sul sito ufficiale. Assicurati di controllare i singoli profili dei membri chiave del team, dando un’occhiata anche su LinkedIn o ricercando per eventuali smentite.

team scam ico

Partnership inventate

Se una ICO che sta raccogliendo i fondi per iniziare il proprio business può già vantare presunte partnership con colossi industriali, sopratutto fuori dal settore delle criptovalute, è bene fare attenzione. Sono infatti molti i progetti truffaldini che, proprio come con i membri del team, inventano collaborazioni con aziende già affermate per attirare interesse e fondi. Controlla sempre se le notizie pubblicate tramite i canali di una ICO trovano riscontri anche presso fonti esterne e indipendenti come rassegne stampa o i blog aziendali dei diretti interessati.

Nessuna roadmap

Qualsiasi progetto complesso ha bisogno di un chiaro piano d’azione: se stai facendo ricerche su una ICO e non riesci a trovare una chiara e dettagliata roadmap, fai attenzione. E’ fondamentale che il team di sviluppo abbia obbiettivi e scadenze da rispettare, quindi attenzione ai progetti che non sembrano vedere oltre alla raccolta di capitali.

Vuoi restare aggiornato sulle ICO? Non perderti le nostre ICO news.

 

Leave a comment