Con un annuncio del suo fondatore Charles Hoskinson, Cardano ha ufficialmente rilasciato la versione 1.4 del software dietro alla criptovaluta Cardano, attualmente undicesima come capitalizzazione di mercato.

L’atteso aggiornamento, definito “il più importante sino ad ora” dal team di sviluppo, porta con sé importanti novità per uno dei progetti più interessanti degli ultimi anni. La lista di miglioramenti include:

  • Aggiunto il supporto a Linux per il wallet proprietario Daedalus e risolto diversi bug e migliorato la stabilità; la nuova versione del wallet ADA è già disponibile sul sito ufficiale.
  • Miglioramento della testnet per velocizzare la creazione di altre applicazioni sulla blockchain di Cardano senza dover interagire con la rete principale; questo importante aggiornamento dovrebbe tradursi in tempi di sviluppo più rapidi e applicazioni con meno bug grazie ai maggiori test.
  • Supporto a Rust, un linguaggio di programmazione opensource che gode dell’importante supporto dell’ecosistema Mozilla. L’aumento di applicazioni disponibili su Cardano è fondamentale per garantirne il successo, secondo le intenzioni del team di sviluppo.
  • Ottimizzazione della blockchain riducendo la dimensione dei singoli blocchi, riducendo il numero di file necessari per sincronizzare i wallet con la rete principale.

L’update di Cardano è arrivato in un momento positivo per il mercato delle criptovalute, che ha visto rialzi anche in doppia cifra su quasi tutte le maggiori, dando finalmente un po’ di respiro dopo una spirale discendente iniziata ormai mesi fa.

Nel futuro di Cardano, sempre secondo le parole di Charles Hoskinson, arriverà il supporto ai wallet hardware come Ledger Nano e Tezos, il lancio di una carta di credito NFC e altri miglioramenti alla blockchain per aumentare le funzioni del progetto e le possibilità d’uso del suo token ADA.

Il 2019 si annuncia come un anno ricco di novità per Cardano: è infatti previsto il rilascio della prima parte dell’update Shelley, che dovrebbe portare la blockchain di ADA verso un sistema interamente decentralizzato.

Resta aggiornato con le Altcoin News.

Leave a comment